La cicerchiata di Carnevale

Categorie:

AbruzzoMarcheMoliseDolciAltre feste

  • mail

La cicerchiata è un prodotto tipico della nostra penisola, è riconosciuto come Prodotto agroalimentare tradizionale per l'Abruzzo, le Marche e il Molise, in seguito si è diffuso anche in altre regioni. Per caratteristiche è un dolce molto simile agli struffoli napoletani ma, a differenza del dolce partenopeo, la cicerchiata è un prodotto tipico che si prepara soprattutto per il Carnevale anziché come prodotto natalizio.
La cicerchiata si può servire sia con la forma a “ciambella”, sia servita in piccole porzioni o disposte a “mucchio” .

  • Costo:

    Basso
  • Difficoltà:

    Bassa
  • Preparazione:

    30 minuti
  • Cottura:

    20 minuti
  • Dosi:

    8 persone

Gli ingredienti:

350 gr di farina
4 uova intere
2 tuorli
30 gr di burro
buccia grattugiata di arancia
30 gr di mandorle e noci o confettini
olio per friggere

La preparazione:

Disponete la farina a fontana e ponete al centro il burro, le uova, i tuorli e lo zucchero. Impastate il tutto fino a ottenere un impasto amalgamato, a questo punto lasciatelo riposare per una ventina di minuti. Dividete l’impasto in tanti bastoncini spessi un dito; tagliateli in piccoli gnocchetti tenendo ben presente che con la cottura tenderanno a gonfiarsi.
In una pentola, abbastanza larga e alta, riscaldate l’olio e quando inizia a friggere mettete dentro gli gnocchetti. Lasciateli cuocere fin quando avranno assunto un bel colorito dorato, scolateli e adagiateli sulla carta assorbente per far togliere l’olio in eccesso.
In un’altra pentola versate il miele e la buccia d’arancia grattugiata, mescolate fin quando non otterrete un composto amalgamato. Versate quindi gli gnocchetti e con delicatezza mescolate fin quando non avranno assorbito il miele.
Infine, se volete dargli la classica forma a cerchio, disponete sul piatto da portata un barattolo di vetro, o una formina circolare,  versate gli gnocchetti fritti intorno al barattolo. A miele ancora caldo spargete i confettini o le noci e una volta che il miele si sarà solidificato togliete il barattolo. Il vostro piatto è pronto per essere servito.

Luca Gagliotti

Seguici su facebook: