Estrattore: un bicchiere di gusto e salute

Categorie:

Attualità

  • mail

I dati della Coldiretti relativi al 2018 parlano chiaro: nei carrelli degli Italiani sono finiti circa 9 miliardi di chili di frutta e di verdura, con un aumento del 3% rispetto all'anno precedente. Il desiderio di alimentarsi in maniera sana è una tendenza soprattutto dei più giovani, che cercano di adottare uno stile di vita migliore, praticando sport e seguendo una dieta varia ed equilibrata. 

Tuttavia, anche i più anziani stanno acquisendo maggiore consapevolezza, come dimostra il picco di vendite relativo agli elettrodomestici "healthy", tra i quali spicca l'estrattore di succo a freddo. Del resto, assumere frutta e verdura in versione ‘drink’ è la soluzione ideale per assicurarsi un pieno di vitamine, minerali, oligoelementi ed enzimi, soprattutto per chi ha difficoltà a consumarli abitualmente durante i pasti o gli spuntini giornalieri. 

Ma perché scegliere l'estrattore e non la classica centrifuga? In effetti, il risultato all'apparenza è il medesimo: un bicchiere di frutta e di verdura da bere, anziché da mangiare. Tuttavia, l'apporto di nutrienti è differente. Vediamo nello specifico cosa vuol dire.

Centrifugati o estratti: cosa è meglio prediligere?

Al contrario di quello che si potrebbe pensare, estratti e centrifughe non sono la stessa cosa. Del resto, per la loro preparazione vengono utilizzati apparecchi ben distinti. Nel caso degli estrattori a freddo, l'elemento più importante è la coclea, una grande vite a forma di spirale, che consente una spremitura degli ingredienti lenta ed a bassa temperatura. 

Di fatto, in questo modo, frutta e verdura non vengono tagliate, ma pressate. Ciò permette di mantenere inalterate le proprietà nutrizionali conservate negli alimenti, utili per il benessere dell'organismo. Inoltre, i colori rimangono più vivi ed il sapore risulta fresco ed inalterato. L'importante è scegliere un prodotto di qualità, realizzato con materiali resistenti ed atossici, ma anche facile da pulire. 

In commercio è possibile trovare una vasta gamma di modelli, il che può rendere difficile la scelta. Per non sbagliare è bene affidarsi a brand importanti che sono diventati negli anni sinonimo di efficienza e di serietà, come Philips, che è l'ideale per chi è alla ricerca di un estrattore di ultima generazione, in grado di garantire ogni giorno il pieno di energia. 

Le centrifughe, invece, sono dotate di una lama, che gira ad alta velocità e che sminuzza gli alimenti. Ciò favorisce il processo di ossidazione, nonché l'alterazione di frutta e verdura. Non bisogna dimenticare, poi, che il succo che si ottiene è meno omogeneo e consistente. Infatti, la parte liquida tende a separarsi da quella solida, il che è piuttosto spiacevole al palato.

Perché è importante fare il pieno giornaliero di frutta e verdura?

La scienza ha dimostrato che chi mangia frutta e verdura ha minore probabilità di sviluppare patologie croniche, come alcune tipologie di cancro e malattie cardiovascolari. Ma qual è la quantità esatta da assumere quotidianamente? Di fatto, i nutrizionisti parlano di almeno 4-5 porzioni di frutta e verdura al giorno. Del resto, questi alimenti sono una fonte importante di vitamine e di minerali essenziali. 

Inoltre, contengono antiossidanti, sono poco calorici e poveri di grassi. Non bisogna dimenticare, poi, che contengono fibre, garantiscono un maggiore senso di sazietà, favoriscono l'attività intestinale e proteggono da alcune patologie, come il diabete. L'importante è scegliere prodotti di stagione e non trattati con pesticidi ed antiparassitari, in modo da non arrecare danno all'organismo.

Post in collaborazione con Philips

Seguici su facebook: