Tutti appassionati di cucina, ma poi chi lava piatti e pentole sporche?

Categorie:

Attualità

  • mail

Croce e delizia di tutti gli appassionati di cucina, la lavastoviglie è l'ancora di salvezza a cui appigliarsi quando si ha poco tempo per lavare i piatti e si vanno accumulando montagne di padelle incrostate e unte. Questo elettrodomestico, tuttavia, richiede una manutenzione costante e una particolare attenzione per la sua pulizia: solo in questo modo si può essere certi di avere piatti puliti e rallentarne l'usura. 

L'importanza della pulizia periodica

Come si accennava, una pulizia periodica è molto importante per prolungare il corretto funzionamento della lavastoviglie e per fare in modo che essa riesca a garantire gli standard igienici più elevati anche con il trascorrere del tempo. Non è detto che si debba per forza ricorrere a detergenti costosi per raggiungere lo scopo: anzi, nella maggior parte dei casi sono sufficienti i prodotti che abbiamo già in casa per sfruttare rimedi naturali efficaci e non inquinanti. Uno degli ingredienti più preziosi da questo punto di vista è l'aceto, un alleato fondamentale per la pulizia delle superfici: esso, infatti, non si limita a igienizzare, ma è ottimo anche per rimuovere i residui di grasso.

Come si usa l'aceto per pulire la lavastoviglie

Una sommaria pulizia della lavastoviglie realizzata con l'aceto potrebbe essere effettuata anche tutti i giorni; quel che più conta, in ogni caso, è accertarsi prima di ogni lavaggio che non vi siano residui di cibo all'interno del filtro. Procedere a questa verifica non è difficile: è sufficiente sganciare il filtro per poi sciacquarlo sotto l'acqua del rubinetto. Nel caso in cui ci si accorga che alcuni fori non sono stati liberati e sono ancora ostruiti, è possibile affidarsi a un panno bagnato con qualche goccia di aceto. 

Il bicarbonato di sodio

Tra gli altri ingredienti a cui ci si può affidare per pulire la lavastoviglie evitando di inquinare c'è il bicarbonato di sodio, che può essere aggiunto a ciascun ciclo di lavaggio con l'intento di rendere l'azione pulente più efficace. Quando si tratta di eseguire la manutenzione straordinaria, invece, si deve programmare un ciclo a vuoto con 100 grammi di bicarbonato. A proposito, è bene non dimenticare di riservare la necessaria attenzione anche alle guarnizioni, le quali possono essere pulite con una soluzione di acqua e bicarbonato. La stessa miscela può essere integrata con alcune gocce di succo di limone e utilizzata per la pulizia delle pareti interne, che risulteranno ancora più profumate e brillanti.

Perché il limone?

Il limone si caratterizza per un evidente potere sgrassante, al pari dell'aceto e del bicarbonato, e in più ha il pregio di favorire la scomparsa degli odori meno gradevoli. Vi si può ricorrere anche per pulire la lavastoviglie nelle parti esterne. Quando si ha a che fare con un modello non a incasso, si bagna un panno con una soluzione di acqua e succo di limone e lo si usa per strofinare i lati e gli angoli: ciò permette di evitare l'accumulo di polvere nel tempo. 

I lavaggi a vuoto servono veramente?

Uno dei consigli più comuni per la pulizia della lavastoviglie è quello che chiama in causa i lavaggi a vuoto. Essi dovrebbero essere eseguiti almeno una volta al mese, e per essere certi di un risultato ancora migliore si può versare un litro di aceto sul fondo, per poi impostare la temperatura più elevata per avviare il ciclo completo. Un bicchiere di succo di limone contribuisce a potenziare l'effetto igienizzante: così, non c'è neppure il rischio di dover fare i conti con l'odore acre dell'aceto, mentre si beneficerà del profumo di limone. Quando ci sono macchie molto resistenti che neppure un lavaggio a vuoto è in grado di far sparire, non c'è altra soluzione possibile che quella di bagnare un panno con l'aceto e strofinarlo contro le parti in questione. L'importante è ricordarsi, dopo il risciacquo, di asciugare con attenzione il tutto, così da prevenire la comparsa di muffe.

E se nonostante tutto il lavaggio delle stoviglie non è soddisfacente?

Se l'uso della lavastoviglie è una abitudine giornaliera in famiglia non si può fare affidamento su un elettrodomestico vecchio e in malora, è consigliabile puntare su modelli con una classe energetica A++, come quelli che si trovano in offerta cliccando su https://www.yeppon.it/grandi-elettrodomestici/lavastoviglie: l'assortimento di Yeppon propone prezzi bassi e offerte vantaggiose, ma soprattutto una scheda prodotto completa per ciascun articolo in vendita, così da consentire acquisti informati e intelligenti.

Seguici su facebook: